Medicina del lavoro

In una qualsiasi azienda è obbligatorio designare un medico del lavoro che svolga delle visite mediche periodiche per attestare l’idoneità sanitaria dei lavoratori.

All’interno del contesto della medicina del lavoro Silaq Sinergie, affianca l’Azienda, non solo nella nomina del medico del lavoro, ma anche nel regolare svolgimento delle visite mediche da sottoporre ai lavoratori, a cui consegue un certificato di idoneità sanitaria.

Il documento redatto dal medico del lavoro ne attesta l’attitudine o meno del lavoratore a ricoprire determinate mansioni sul luogo di lavoro. Talvolta questo certificato può anche prescrivere delle limitazioni temporali al lavoratore, o delle visite mediche di approfondimento, qualora la situazione clinica non fosse del tutto chiara.

Il certificato di Idoneità sanitaria alla mansione, sostituisce Il certificato di Idoneità al lavoro generico, che al momento, dunque, non esiste più. Ciò significa che l’unico certificato medico che viene accettato è quello di Idoneità alla Mansione, vale a dire, un certificato che attesti l’attitudine all’attività lavorativa realmente svolta o che svolgerà il lavoratore.
E’ bene sapere, inoltre, che non tutti i lavoratori devono essere muniti di idoneità sanitaria, ma solo quelli che periodicamente sono soggetti a visite mediche da parte dell’Azienda. Questo perché sono dei lavoratori che svolgono mansioni particolari, come carico merci, oppure che sono esposti a particolari rischi: di contagio, rumore o agenti cancerogeni

Un’altra novità apportata nel settore della medicina del lavoro è che, a poter certificare l’idoneità sanitaria alla mansione non è il semplice medico di base, ma deve essere necessariamente un medico del lavoro con competenze specifiche, ed iscritto in un Elenco Nazionale, nominato dall’Azienda stessa.

Quali sono gli esiti che possono risultare da una visita medica?

Secondo il decreto legislativo n. 81/2008, il medico competente, può esprimere:

  • idoneità;
  • idoneità parziale o con limitazioni;
  • inidoneità temporanea;
  • inidoneità permanente.

Per sapere come comportarsi in ognuno di questi casi specifici e per avere ulteriori delucidazioni e assistenza in materia di idoneità sanitaria, non esitate a contattarci.


Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.
SE NON ACCETTI I COOKIE POTRESTI NON VEDERE TUTTI I CONTENUTI DEL SITO
Più info

Per migliorare la tua navigazione su questo sito, utilizziamo cookies ed altre tecnologie che ci permettono di riconoscerti. Leggi la Privacy Policy e la Cookie Policy Continuando con la navigazione si acconsente all'utilizzo dei cookie.

Chiudi